16/05/2021

Sponsorizzare su Facebook un’attività locale

Blog / Tips & tricks / Sponsorizzare su Facebook un’attività locale

Gli elementi fondamentali da tenere in considerazione per non sbagliare

Se vendi prodotti e/o servizi in una precisa area geografica limitata a pochi chilometri, allora il tuo business rientra nella categoria delle attività locali.
Pochi requisiti, ma che accomunano tantissime realtà: dai negozi ai ristoranti, dai centri estetici agli studi professionali.

Forse potrà sembrare strano, ma le logiche alla base di una corretta promozione su Facebook di tutte queste attività sono pressoché le medesime.
Vediamo quali.

Target

Si parte sempre da qui, dalle persone.
Chi sono i tuoi clienti?
Sono più donne o più uomini?
Quanti anni hanno in media?
Quanto sono vicini al tuo punto vendita?
Come sono abituati ad acquistare offline il tuo prodotto/usufruire del tuo servizio?
Rispondere almeno a queste domande in modo esaustivo è fondamentale per poter comprendere la tipologia di contenuti, il tono da utilizzare, i punti chiave su cui fare leva.

blog schermo radar concetto target

Imperfetto è perfetto

Cosa mostrare, dunque, agli utenti identificati come target della comunicazione Facebook?
La nostra esperienza di digital agency ci ha insegnato che l’aspetto più importante nella produzione di contenuti per le attività locali è quello di mostrare prodotti veri, persone vere, negozi veri.
Contenuti anche non professionali, ma curati, che trasmettono la vera essenza della tua azienda.
Non è vincente mostrare una torta acquistata da un database di immagini a pagamento se i clienti non la troveranno nella tua pasticceria!
Mostra le tue creazioni: sono anche le loro imperfezioni a renderle uniche.

Farsi ricordare

Pubblicare un numero di contenuti diversi, per intercettare il target di riferimento spesso e con messaggi differenziati.
È importante che ti vedano più e più volte, specialmente se non ti conoscono, per poterti ricordare.
Quante volte chiaramente dipende dal singolo settore e da altri innumerevoli fattori, ma punta sulla frequenza (quella che scoprirai essere adeguata per te) e non lasciare che ti dimentichino!

Investimenti adeguati

Facebook NON è GRATIS.
O meglio, è vero che, per creare una pagina, non è richiesto alcun abbonamento.

Tuttavia è importante di comprendere che l’obiettivo intrinseco all’apertura di un profilo aziendale (ottenere nuovi clienti, consolidare quelli esistenti, aumentare lo scontrino medio dei più fidati,…) su questo Social Network – e su tutti gli altri – è strettamente vincolato ad un investimento da parte dell’azienda.
Un investimento in termini di tempo, risorse, produzione di materiali, ma anche (e soprattutto) di spesa pubblicitaria.
Non è un segreto, infatti, che la fonte di monetizzazione di Facebook sia l’advertising, ovvero il budget che le aziende spendono per promuoversi sui posizionamenti e circuiti messi a disposizione da Facebook stesso.
E non è un segreto che senza investimenti le persone raggiunte dai tuoi post sono… pochissime.
Pertanto è importante tener presente che è necessario prevedere una cifra da investire regolarmente per poter far circolare i tuoi contenuti e renderli visibili agli utenti potenzialmente interessati.

blog osservatorio spazio

Esempio pratico

Supponiamo tu abbia un ristorante aperto a pranzo a cena, specializzato in piatti vegetariani.

Dovrai partire dal tuo target e probabilmente arriverai a delle prime conclusioni di questo tipo:

  • servo sia uomini che donne;
  • disposti a muoversi anche un po’ più lontano dalla loro abitazione (visti i prodotti specifici che offre il ristorante);
  • il target è mediamente giovane (ma non troppo in quanto lo scontrino medio non è basso, ma comunque in linea con attività simili nella zona);
  • le persone tornano mediamente 4-5 volte all’anno;
  • la clientela è molto attenta agli ingredienti dei piatti e cerca massima affidabilità.

A questo punto pensa a cosa mostrare alle persone identificate come tuoi potenziali clienti: post in cui mostri il menù stagionale, l’ingrediente segreto di alcune ricette del tuo ristorante particolarmente amate, dove ti rifornisci e come tratti gli ingredienti, le (buone) recensioni di clienti già fidelizzati.
Sono tutti spunti per creare contenuti diversificati. Falli ruotare, ascolta i feedback che arriveranno e sfruttali a tuo vantaggio per creare post futuri sempre più orientati alle esigenze del tuo target.

Dovrai prevedere un budget necessario per ottenere un buon grado di visibilità (che tenga dunque conto del raggio d’azione e dell’ampiezza della clientela potenziale).
Poche decine di euro al giorno sono sicuramente sufficienti se operi in aree non troppo estese (serviranno investimenti più consistenti se la tua attività si trova in centro a Milano).

No alla fretta

Una strategia di Facebook advertising vincente costruisce valore per la tua azienda nel tempo e si basa su performance nel medio-lungo periodo.

Non trarre dunque valutazioni troppo presto: è necessario che la tua azienda raggiunga il giusto grado di visibilità e ciò richiede pazienza e costanza.

Ti servono consigli o supporto per la promozione della tua azienda su Facebook? Contattaci per una consulenza.